Model OSCE

Model OSCE

La presidenza svizzera OSCE e il suo modello di progetto OSCE

La Svizzera ha assunto la presidenza dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) nel 2014. Seguendo il motto “creare una comunità per la sicurezza nell’interesse di tutti”, la svizzera ha perseguito i tre seguenti obiettivi:

  • promuovere la sicurezza e la stabilità in Europa,
  • migliorare la vita delle persone, e
  • rafforzare l’OSCE e aumentare la sua capacità di intraprendere delle azioni.

Con il terzo obiettivo, la Svizzera voleva rafforzare la voce dei giovani e incrementare il loro coinvolgimento all’interno delle strutture OSCE. Per raggiungere questo obiettivo, la Svizzera ha organizzato una serie secondo il modello OSCE, in cui un delegato di ciascuno dei 57 stati partecipanti OSCE era invitato a partecipare. I delegati partecipanti sono stati coinvolti nella presidenza svizzera OSCE durante l’intero anno di presidenza: attraverso delle simulazioni di due specifici organi decisionali OSCE, i delegati hanno familiarizzato con le strutture e i temi OSCE. I partecipanti hanno avuto la possibilità di acquisire e di sviluppare diverse competenze nella diplomazia e nella negoziazione, nel parlare in pubblico, nella comunicazione, nel risolvere problemi interni e nel pensiero critico. Hanno potuto migliorare il lavoro di squadra e le proprie capacità di leadership e hanno avuto la possibilità di incontrare altre persone giovani provenienti dai 57 paesi partecipanti all’OSCE.

Simulazione del concilio OSCE permanente di Vienna

Il primo evento del modello OSCE si è tenuto a Vienna, da martedì 14 gennaio a sabato 18 gennaio 2014. I delegati si anno preso il ruolo di ambasciatori dell’OSCE e hanno avviato delle trattative in un “piano d’azione della gioventù”.

Simulazione del concilio OSCE di Belgrado

La seconda simulazione ha avuto luogo in estate/autunno a Belgrado. I delegati hanno continuato le proprie trattive nel ruolo di “ministri degli esteri” e hanno concluso prendendo delle decisioni riguardo il loro “piano d’azione della gioventù”.

Concilio ministeriale a Basilea

Durante il concilio ministeriale organizzato dalla presidenza OSCE svizzera, che ha avuto luogo a Basilea dal 4 al 5 dicembre 2014, i 57 delegati hanno avuto la possibilità di incontrare i ministri degli esteri degli stati partecipanti all’OSCE e di presentare il loro “piano d’azione della gioventù”.

Workshop nel frammezzo

Tra le due simulazioni, i delegati hanno potuto allargare i propri network consultando i risultati preliminari della bozza “piano d’azione della gioventù”. A tale scopo hanno avvicinato ampi gruppi di giovani interessati e hanno sensibilizzato verso i temi dell’OSCE.

 

Sophie Neuhaus

Sophie Neuhaus

Risponsabile progetti e politica internazionale

031 326 29 34

Pin It on Pinterest

Share This